Assenzio romano erba fiorita

Artemisia absinthium L.
Assenzio maggiore, Absinthe, Wormwood, Wermut

Descrizione

L’erba principale di tanti amari e sempre più usato anche per mocktail e altre formulazioni nell’industria beverage, è il re delle erbe amaricanti, digestivo e dissetante.

Famiglia

Compositae

Origine

Bulgaria-Macedonia-Polonia

Principi attivi

α/β-Tujone, Azuleni, Bisabolene,Cadinene,Camfene,Sabinene,Pinene, Fellandrene; Lattoni sesquiterpenici (Absinthina, Artabisina, Artemetina, Anabsinthina, Arabisina, Artabsinoidi A-B-C-D; Matricina; Artemolina; Acidi fenolici; Lignani e Cumarine.

Curiosità

Al liquore di assenzio nominato “Absinthe”, “Fée verte (Fata verde)” della Francia dell’800, si riconduce il fenomeno detto “Absintismo”. Uno stato sintomatico caratteristico degli abusatori di liquore dell’epoca. Il malessere si riconduceva al Tujone, oggi si motiva con l’alcolismo e la cessione di sali tossici di rame e di ammonio rilasciati dagli alambicchi dell’epoca

Controindicazioni

Possibilità di conttrasto con farmci Anticonvulsivanti. Non sovrapporre al consumo farmaceutico. Sconsigliata l’assunzione durante gravidanza e allattamento.
FAQ

Domande e Risposte

A cosa serve il Assenzio romano erba fiorita?
Herba cum floribus: Funzione digestiva. Regolare motilità gastrointestinale ed eliminazione dei gas. Contrasto dei disturbi del ciclo mestruale.